La comunità

La Comunità socio-sanitaria Monte Misma è una struttura per la residenzialità di persone adulte con disabilità o disagio psichico, accreditata presso la Regione Lombardia.

Accoglie persone che presentano diagnosi che sono a cavallo tra la disabilità e la psichiatria, in particolare persone autistiche. Si tratta di una realtà protetta, ove tutti gli ospiti possano vivere la comunità come la propria casa con tutte le attenzioni e le caratteristiche della vita quotidiana. Tuttavia la specificità di questa comunità prevede anche una serie di accorgimenti tecnici e educativi: c’è la porta allarmata, gli armadietti che si chiudono a chiave, l’équipe di operatori lavora sia sui bisogni relazionali che su quelli assistenziali e sanitari.

Il servizio è attivo dal 2008 e può ospitare sino a 10 utenti più qualche ospite per dei momenti di sollievo della famiglia d’origine. In questa struttura il lavoro educativo è più rigido: si cerca di selezionare gli stimoli per gli ospiti, di gestire l’aggressività, limitando l’autonomia che, al contrario di altre realtà, in questi casi potrebbe generare malessere nella persona ospitata. La presa in carico dell’ospite avviene con la collaborazione della famiglia, costruendo insieme un progetto educativo individuale.

All’interno della struttura l’ospite dispone di vitto, alloggio, cura del corpo, lavanderia e custodia dei propri beni personali. Lavorano per la comunità un responsabile d’area, due coordinatori, cinque educatori professionali, due ausiliari socio-assistenziali (Asa), tre addetti ai servizi e un’infermiera. La Comunità Socio Sanitaria Monte Misma si sta sempre più specializzando sull’autismo per l’aumento di diagnosi di questo tipo tra le persone che ospita. Lo fa anche attraverso le numerose e strette collaborazioni con le altre realtà (pubbliche e del non profit) che si occupano di autismo. La struttura è ospitata al primo piano di Casa Alborghetti, a Cenate Sopra.

Documentazione