Si tratta di un luogo d’incontro per persone con demenza e per i loro familiari e caregiver. Offre la possibilità di socializzare e trascorrere del tempo piacevolmente, alla presenza di professionisti in ambito educativo, sanitario e psicologico.

L’Alzheimer caffè, proposto dal dottor Bere Miesen (psicologo clinico specializzato nell’ambito dell’invecchiamento al Centro Marienhaven di Psychogeriatric, Warmond, in Olanda), rientra all’interno degli interventi di tipo psicosociale. Rivolto principalmente a coloro che affrontano le fasi iniziali della malattia, l’Alzheimer caffè può essere definito come un luogo sicuro nel quale si respira un’atmosfera rilassata e accogliente, nel quale i partecipanti possano esprimere sé stessi, essere ascoltati e trovare conforto nella loro lotta contro l’isolamento e la solitudine. Con la creazione dell’Alzheimer caffè vi è un posto dove familiari e malati possono recarsi insieme, scoprire che non sono soli e capire come altri fanno fronte alla malattia e alle sue conseguenze. I visitatori provano un sentimento di appartenenza e trovano riconoscimento e accettazione.
L’idea di Alzheimer caffè nasce per dare risposta ai bisogni dei malati e delle loro famiglie, fornendo spazi per la condivisione delle numerose difficoltà pratiche e per l’espressione delle emozioni spesso inascoltate a causa dell’isolamento.

Dove sono

Lunedì ore 15.30 – 17.30
Oratorio
via Manzoni 17
Cavernago

Mercoledì e Sabato ore 9.30 – 11.30
Centro anziani
via Rili 3
Chiuduno

Mercoledì ore 15.00 – 17.00
Centro sportivo
corso Roma 1
Seriate

Giovedì ore 15.00 – 17.00
Centro sportivo comunale
Via don Canini 20
Albano Sant’Alessandro

Il videoracconto degli Alzheimer caffè

Gli Alzheimer caffè sono all’interno del progetto Invecchiando s’impara.

Contatti

Coordinatrice: dott.ssa Silvana Marin
345 1188820 – alzheimercafe@coopnamaste.it

Documentazione