tppm_logo_2PEDRENGO L’arte entra in classe con “Narrando Malevic”, un percorso educativo e artistico della scuola dell’infanzia “G. Frizzoni” di Pedrengo. Tra ottobre e dicembre 2015, infatti, i cento piccoli alunni della scuola incontreranno l’avanguardia del grande artista russo, attraverso laboratori originali e attività ad hoc pensate per bambini tra i 4 e i 5 anni con l’obiettivo di avvicinarli al mondo dell’arte, affinare la capacità percettiva in un processo di educazione al sentire estetico e al piacere del bello. Tutto ciò è possibile grazie alla collaborazione instauratasi tra GAMeC e Namasté Cooperativa Sociale all’interno del progetto Tutti pazzi per Malevic.

Il percorso

Il percorso si svolgerà all’interno del contesto scolastico, con i bambini che saranno suddivisi in più gruppi di lavoro. In un primo momento avranno modo di approcciarsi alle opere del grande pittore tramite la pura osservazione. In questa fase l’artista/educatore Giovanni Fornoni documenterà, attraverso delle riprese video, le reazioni dei bambini nel momento del primissimo contatto con l’opera d’arte (due quelle scelte per l’occasione: La casa rossa e Cavalleria rossa), creandone poi un video artistico.

La proiezione del video artistico è prevista per il giorno 16 gennaio alle ore 17:00 presso lo Spazio ParolaImmagine della GAMeC.

Ci saranno poi il commento, il pensiero e l’interpretazione dell’opera stessa da parte dei bambini che avranno modo di imparare a conoscere lo stile pittorico, i colori, i soggetti raffigurati dall’artista. Verrà dunque affidata, in modo casuale, una differente opera di Malevic ad ogni gruppo con il compito di creare un racconto che contempli al suo interno entrambe le opere presentate, sia quella osservata inizialmente che quella sorteggiata.

La fase di narrazione costituirà così l’elemento chiave che permetterà di passare dall’osservazione e avvicinamento all’opera d’arte alla produzione artistica personale. In mezzo si collocano i protagonisti: i bambini, con i loro vissuti, le loro emozioni, le emozioni generate dalla conoscenza dell’opera; emozioni rielaborate, fatte proprie, trasportate nella loro realtà, per poi ritornare ad essere immagine che tende all’arte.

La collaborazione con GAMeC

Ogni specifica fase del percorso Narrando Malevic sarà documentata attraverso fotografie, filmati, audioregistrazioni, conservazione e valorizzazione degli elaborati dei bambini, così che possa essere successivamente presentata al pubblico in modo coerente ed efficace.

Attraverso la collaborazione con GAMeC, il percorso può investire su un ulteriore obiettivo: permettere ai bambini di conoscere ed entrare in contatto con un’importante istituzione all’interno della propria città, che si pone come luogo “altro” rispetto alla scuola ma che con essa ha strettamente a che fare. La possibilità per i bambini di ritrovare, in mostra, le opere che hanno conosciuto a scuola, creerà un collegamento significativo tra le sue istituzioni, in un processo di valorizzazione reciproca.


Tagged on: