BERGAMO Un concorso di respiro internazionale, una rassegna di cortometraggi che mette al centro il tema del limite: giovedì 16 maggio 2019 alle 20.30, negli spazi del Cinema Conca Verde di Bergamo, torna CORTI SUL FILO DEL LIMITE, evento promosso per il secondo anno consecutivo dall’Associazione di promozione sociale In-Oltre onlus.

Durante la serata, a cui interverrà la danzatrice e autrice Piera Principe, verranno proiettati i corti selezionati dalla giuria e sarà premiata l’opera vincitrice di questa edizione 2019 della rassegna. L’ingresso è gratuito.


Nata a Bergamo nel 2004, In-Oltre onlus è da sempre attiva nella promozione e realizzazione di progetti innovativi in grado di favorire l’inclusione di persone con disabilità, ponendo particolare attenzione alle potenzialità offerte dai linguaggi dell’arte.

Perché il LIMITE… 
Ripensare in maniera più profonda e autentica l’esperienza della disabilità: questo è ciò che consente di fare il limite. Esso non può essere circoscritto ad un presunto gruppo di persone (le “persone disabili”) perché limite ed umano si sovrappongono perfettamente. Il limite è qualcosa di non riducibile a singoli ambiti: riguarda le persone, le culture, le relazioni umane e sociali, gli spazi fisici… Il limite, a differenza del confine, non separa e blocca, ma apre al proprio superamento senza per questo creare illusioni intorno alla possibilità dell’illimitato.

La “disabilità” ci costringe e ci aiuta a volgere lo sguardo verso il “limite”. Limite che è uno sguardo che abilita tutti noi – e dunque anche le persone con disabilità – all’essere umani. Il limite legittima alla parola, ad incontrare i nostri limiti e a cimentarci nel loro superamento. Superamento che non è mai, per definizione, assoluto.