Namasté cooperativa sociale, tramite l’Associazione Mosaico, offre la possibilità ai giovani dai 18 ai 28 anni di svolgere l’anno di Leva civica e di Servizio Civile all’interno di uno dei suoi tanti servizi.

CHI SONO I DESTINATARI

Possono partecipare giovani

    • di età compresa tra i 18 ed i 29 anni non compiuti,
    • che non abbiano avuto condanne per reati contro persone,
    • che non siano arruolati in corpi armati,
    • residenti sul territorio della Regione Lombardia da almeno due anni (solo per la Leva civica regionale).
    • Tutti i dettagli su www.mosaico.org

CHE COSA VIENE RICONOSCIUTO AL VOLONTARIO

Ad ogni volontario in Leva civica o in Servizio civile viene riconosciuto un contributo mensile massimo di € 433,80 per un impegno di 30 ore settimanali. Viene garantita l’assicurazione per malattia, infortuni, morte e RCT e la formazione d’aula, nei tempi, durata e modalità previste dal progetto. Può essere svolta dagli studenti universitari, avendo a disposizione  20 giorni di permesso retribuito.

Ma soprattutto, per noi di Namasté, la Leva civica e il Servizio civile sono esperienze uniche che permettono alle ragazze e ai ragazzi di “essere a servizio delle fragilità per trasformarle in risorse, stando a fianco delle persone che vivono i nostri servizi e ai nostri operatori qualificati.

Bandi aperti

Dal mese di maggio 2018, Namasté offre la possibilità di vivere l’anno di Leva civica presso il suo servizio di residenzialità per persone con disabilità “L’altra casa” di Bergamo.
Le due leve civiche saranno coinvolte nelle attività educative e quotidiane della casa dove vivono 9 persone.

Come candidarsi

E’ sempre possibile richiedere maggiori informazioni e candidarsi scrivendo a Sabrina Rocchi: sabrina.rocchi@coopnamaste.it.

I racconti dei nostri volontari

“Rimboccarsi le maniche e cucinare, lavare i piatti, accompagnare i ragazzi alle loro attività, partecipandovi attivamente con loro buttandomi in piscina o coltivando un orto… mai avrei pensato un livello di coinvolgimento (anche emotivo) simile! Inoltre mi ha permesso di conoscere altre leve civiche con cui confrontarmi, educatori e professionisti oltre a quelli che affianco in casa durante i turni e di poter imparare qualcosa da tutti”. Continua a leggere il racconto di Alessia

 

“Provo a partecipare al bando di servizio civile nazionale e scelgo una sede della Cooperativa Namasté. Sì, perché la comunità è bella. Sia per chi ci vive sia per chi lavora. Si respira e si assapora l’aria di casa, la comodità, il cuore pieno (non è uno scherzo, lo senti davvero), con tutte le difficoltà che esistono. In questi mesi ho ricevuto tanto e credo di aver lasciato tanto a chi ho incontrato”. Continua a leggere il racconto di Giada