Decidi oggi come invecchiare bene. A cominciare dalla memoria. Nell’ambito del progetto In viaggio con Bianca, il Consultorio Mani di Scorta ha proposto per l’appunto una giornata di screening cognitivo per il quartiere di Monterosso, alla quale hanno partecipato una ventina di persone sopra i 60 anni.

Di che cosa si tratta

Lo screening cognitivo sono un insieme di test che permettono la valutazione di alcune zone del cervello e quindi gli aspetti relativi alla memoria. Nel nostro caso sono stati scelti tre test della durata totale di 20-30 minuti, dando una risposta immediata dei risultati ai partecipanti. I test, somministrati dal medico di Namasté cooperativa sociale Silvana Marin e dalla psicologa di Mani di Scorta Barbara Brignoli, indagavano in modo particolare la memoria, l’attenzione, il linguaggio, l’orientamento tempo-spaziale, le capacità visuo-spaziali, le abilità immaginative e di pianificazione e la memoria a lungo termine.

Quali sono i risultati

I risultati, basati su scale scientifiche di valutazione, possono restituire tre risposte: di normalità, borderline (caso in cui si necessita una valutazione neuropsicologica più approfondita) o patologica (laddove occorra una valutazione specialistica per un indirizzo diagnostico e terapeutico).

Prevenire il decadimento cognitivo

Circa la metà dei partecipanti all’iniziativa di screening gratuito sono stati poi inviati dal proprio medico di base per ulteriori valutazioni e accertamenti. E’ bene ribadire che lo screening è un’azione importante di prevenzione del decadimento cognitivo. Tra le iniziative che intende mettere in campo nel prossimo futuro il progetto In viaggio con Bianca nel quartiere di Monterosso, c’è anche la “palestra per la mente” che, in piccoli gruppi, va a lavorare sulle specifiche diagnosi per combattere il decadimento cognitivo.

A breve ulteriori aggiornamenti.

Maggiori informazioni sul progetto: 348 6187575